a
Sorry, no posts matched your criteria.
Image Alt
 • Personaggi  • LUCA RUBINACCI

LUCA RUBINACCI

ARBITER ELEGANTIARUM
TRADIZIONE SARTORIALE NAPOLETANA

Milano, via Gesù 1, nel cuore del quadrilatero della moda. Luca Rubinacci, rampollo della famiglia napoletana che ha fatto dell’alta sartoria una religione, ci aspetta lì, in quello che più che uno showroom sembra una vera casa di lusso. Occhi color ghiaccio, stile impeccabile e una leggera, quasi impercettibile, cadenza partenopea, ci conduce per mano tra tessuti e storia, raccontandoci come è nata la
celeberrima sartoria Rubinacci. Una lunga chiacchierata, interrotta soltanto dall’arrivo di un cliente, che aveva bisogno di provare l’abito. “Hai la pazienza di aspettarmi un attimo? E’ arrivato il mio cliente“. La cosa ci stupisce. “Ma sei tu in prima persona a provare gli abiti?” “Certamente, li assisto in ogni fase di realizzazione del capo“. Quando ritorna, ci spiega quando sia per lui fondamentale seguire il cliente, capirlo, ascoltarlo e coccolarlo. “E’ questo, a mio avviso, il lusso“. La chiacchierata prosegue, poi, toccando con mano le stoffe, osservando da vicino i bagni di colore e le stampe vintage, l’entusiasmo di Luca nel raccontare, rimanendo rapiti dalla sala prova che non è un semplice camerino, ma un luogo confortevole dove rilassarsi e sentirsi a casa mentre si prendono le misure e si fanno gli aggiusti necessari perché il capo sia perfetto, e culmina nel piccolo atelier annesso, dove quattro sarti lavorano lenti e pazienti.
Luca, ci racconti di più sulla storia della sartoria Rubinacci…
Siamo una sartoria napoletana da 3 generazioni. Ha cominciato mio nonno, Gennaro, nel 1932, poi ha continuato mio padre Mariano che l’ha resa famosa in tutta Italia. Adesso io sto cercando di espanderla in tutto il mondo. Siamo famosi per la nostra giacca napoletana che ha una struttura molto morbida, anche se la mia influenza – ho studiato dai sarti inglesi – ha dato un tocco di modernità. Oggi riusciamo a creare una giacca più strutturata senza dimenticare la struttura leggera napoletana. giacca inglese con morbidezza napoletana. Siamo stilisti su misura, gli unici che vestono lo stile del cliente. Un tempo si andava dal sarto per seguire lo stile del sarto, oggi noi andiamo dal cliente per seguire lo stile del cliente. Abbiamo quaranta sarti tra Milano e Napoli e qualche anno fa, il Financial Time ci ha dato il titolo di sartoria più grande d’Europa.
Vestite solo gli uomini o anche le donne?
Vestiamo prettamente uomo, ma dato che negli ultimi anni è molto in voga lo stile androgino, il menswear for women, riceviamo anche molte richieste di tailleur, giacche e cappotti anche da parte di donne, che ricercano l’alta sartoria, perché la peculiarità di un capo fatto su misura è che viene modellato esattamente sul corpo della cliente. E le nostre sono clienti molto esigenti.

LA RUBINACCI FU FONDATA NEL 1932 DA GENNARO RUBINACCI CHE, CONSIDERATO UN ARBITER ELEGANTIARUM DA GIOVANI AMICI DI BUONA FAMIGLIA, VENIVA CONSTANTEENTE INTERPELLATO PER CONSIGLI SUL TAGLIO O LE STOFFE DA SCEGLIERE.

Da che parte del mondo vengono i vostri clienti?
I nostri clienti provengono oggi da tutto il mondo perché, come dice mio padre, “gli italiani li abbiamo già vestiti un po’ tutti”, anche se continuiamo ad avere un buon 20% di clientela italiana.
Quali sono le ragioni di questo grande e conclamato successo?
L’abito su misura lo garantiamo a vita: lo si può stringere, allargare, accomodare, questo fa sì che il guardaroba aumenti non cambi. La bellezza di avere un capo su misura è che è eterno. Magari per qualche stagione può passare di moda, ma poi ritorna ed è sempre bello, perché è fatto bene, con materiali resistenti e di alta qualità.
Da dove provengono i vostri tessuti?
Noi abbiamo 60.000 metri di tessuto in casa, questo vuol dire che possediamo una grandissima collezione di tessuti, anche vintage, degli anni ’30 ’40 e così via discorrendo, di cui rimangono gli ultimi tagli. Ci riforniamo dai migliori fornitori di tessuto al mondo, italiani e internazionali, l’importante è che non contengano acrilico, così che possano essere lavorati a mano. Nessuna sartoria ha in casa stock di tessuti tanto numerosi come i nostri: abbiamo un tesoro fatto di tessuti.